Benvenuti nel “Mondo Vegano”

Home » Blog » Benvenuti nel “Mondo Vegano”

Benvenuti nel “Mondo Vegano”

Eccoci qui con un’introduzione al “Mondo Vegano“, o meglio, con alcune considerazioni per chi e’ affascinato da questa scelta o anche e’ solo incuriosito. L’alimentazione vegana esclude l’uso di alimenti animali e di derivati sulla base di presupposti etici, ambientali, salutistici o religiosi. Il compito del nutrizionista non e’ quello di giudicare ma conoscendo gli alimenti e le loro caratteristiche nutrizionali e/o salutistiche, il suo ruolo e’ quello di accompagnare in questo cammino
indipendentemente dal redigere una dieta per motivi dimagranti o addirittura ingrassanti.
Uno degli errori piu’ comuni nella scelta vegana e’ il credere di
dover togliere e non sostituire. Cosi’ facendo si rischia di aumentare inevitabilmente i carboidrati ed i lipidi. Quando non si consumano pesce, carne o altri prodotti di origine animale come uova e latticini diventa molto importante variare i cibi in tavola, questo perche’ si possano assumere i nutrienti presenti in questi alimenti da altre fonti. “My plate” (il nuovo schema alimentare degli americani nato con
l’obiettivo di combattere l’obesita’, ispirato alla dieta mediterranea ma con il vantaggio di suddividere le porzioni per ogni pasto consentendo un rapido controllo del contenuto nel piatto ed un notevole impatto visivo) e’ il riferimento piu’ opportuno per chi decide di seguire un’alimentazione vegana in quanto le proteine non sono specificate.
L’Academy of Nutrition and Dietetics afferma che nell’alimentazione vegana consumare durante la giornata una varieta’ di alimenti vegetali, a condizione di soddisfare il proprio fabbisogno calorico, assicura un adeguato apporto proteico fornendo tutti gli amminoacidi nelle giuste proporzioni. Come? Attraverso le opportune associazioni alimentari come ad esempio cereali poveridi lisina e triptofano ai legumi.
Elenchiamo ora le principali carenze che si possono presentare seguendo un’alimentazione vegana non controllata. Oltre alle ormai note proteine, dobbiamo tenere conto anche di ferro, zinco, iodio, calcio, vitamina D, omega 3, taurina e vitamina B12. Avremo modo di prendere in esame ognuna di esse e trovare piccoli suggerimenti.
E’ necessario ricordare che l’equilibrio alimentare non si costruisce in un unico pasto o in un unico giorno ma sulla continuita’ settimanale e ricordare che in una corretta alimentazione, che sia vegana, vegetariana o onnivora, per assumere i micronutrienti sono importanti le piccole porzioni di cibo in quanto con le grosse porzioni il corpo “elimina”.

About the Author:

Laurea Magistrale in Scienze Biologiche (indirizzo Biomolecolare), presso l’Università degli Studi di Pavia, con esperienza formativa presso Istituto di Genetica Molecolare, IGM-CNR di Pavia; abilitazione all’esercizio della professione di Biologo ; Diploma di Specializzazione in Genetica Applicata presso l’Università degli Studi di Pavia ; conseguimento della Specializzazione di I livello in Nutrizione Umana (Biologia-Fisiologia Modellistica della nutrizione umana) Master presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore Milano (Prof. Pietro M. Boselli, Ideatore del metodo B.F.M.N.U.) e diploma di Dottorato Internazionale in Anatomia Patologica presso la Facolta’ di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano. Dal 2005 iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi svolge attività libero professionale come Nutrizionista. Il Metodo adottato dalla Dottoressa consta in una rieducazione alimentare personalizzata attraverso l’applicazione della metodica BFMNU che ha la peculiarita’ di studiare le velocità d’assorbimento metabolico attraverso le caratteristiche antropometriche e le analisi delle abitudini alimentari del paziente. E’ una metodica applicabile a tutti senza esclusione per eta’, sesso, patologie (dal paziente obeso fino ad arrivare al paziente anoressico comprendendo anche l’individuo normale che voglia modificare la propria struttura corporea mantenendo il proprio peso costante), condizioni particolari di scelte di vita e di lavoro. Non vi sono divieti a priori, controindicazioni, farmaci e/o altre sostanze esogene. Chi sceglie BFMNU sceglie di ottimizzare la propria salute sulla base della velocita’ delle costanti metaboliche specifiche. Appassionata di “sana cucina” non esitera’ a darvi intriganti consigli alimentari. Profilo instagram@DR_VALENTINA_NUTRIZIONISTA

Scrivi un commento

Translate »